X

Un Salone del mobile all’insegna della sostenibilità,
per vivere spazi in armonia con la natura

Il Salone del Mobile di quest’anno è stato a detta di tutti un gran successo.

Sono tornati gli stranieri, a parte i Russi e gli Ucraini assenti per ovvi motivi, ci sono stati tanti visitatori da tutto il mondo, e abbiamo visto tantissimi eventi sia dentro che al di fuori della fiera.

Si conferma la tendenza già iniziata da qualche anno che vede la Design Week un evento che attrae non solo i professionisti del settore italiani e stranieri, ma un vero e proprio richiamo anche per i non addetti ai lavori che scelgono di fare un weekend a Milano per godere della città che è tutta in festa durante la Design Week. Quest’anno il tema centrale a mio avviso è stato quello del rapporto tra l’uomo e la natura, e la sostenibilità in generale è stata la parola che abbiamo ritrovato in quasi tutte le proposte che le aziende e i designer hanno presentato durante la settimana del Salone del Mobile.

Oggi sempre di più emergono nuovi paradigmi del progetto che sono legati a valori immateriali quali l’accessibilità, la sostenibilità, la fruibilità, la cura, l’unicità, l’esperienza, la sicurezza, il green, la flessibilità, la trasformabilità, la facilità di pulizia, l’attenzione verso l’igiene. Ambienti più igienici con piastrelle di ogni forma e spessore e ampie zone verdi con piante e pareti verdi verticali che sono sempre più presenti negli ambienti chiusi e diventano dei veri e propri dispositivi di benessere.

Serramenti e sostenibilità

In questo senso i serramenti non sono più solo aperture verso l’esterno dalle quali entra ed esce aria e luce, ma sistemi che ci mettono in contatto con lo spazio esterno che anche quest’anno è protagonista di molte collezioni outdoor. Uno spazio outdoor pensato in armonia con la natura, progettato per vivere fuori, allestito con arredi realizzati con materiali naturali e rifiniti con tecniche artigianali. Gli arredi outdoor devono inoltre essere durevoli nel tempo secondo quello che sono i dettami della sostenibilità, meglio ancora se smontabili e ri-assemblabili.

Oggi l’uomo ha ristretto la sua presenza sul pianeta all’interno delle città, è diventato un uomo urbano, generando con i suoi comportamenti un impatto sull’ambiente molto diverso rispetto alle generazioni passate. È proprio nelle città che si affronterà la battaglia culturale per la sostenibilità ed è perciò importante coinvolgere le nuove generazioni, non solo perché saranno gli abitanti del pianeta di domani, ma perché con il mutare dei comportamenti costruiranno città diverse, più sostenibili, più in sintonia con la natura. Riuso, rigenerazione, circolarità e risparmio energetico sono al centro del mondo del progetto, ma è importante sottolineare che l’attenzione va anche dell’origine dei materiali, dei metodi di produzione innovativi e di prodotti progettati secondo un approccio circolare.
 

Materie prime sostenibili

La tutela delle aree forestali riscuote sempre maggiore attenzione e coinvolgimento che inizia con la scelta delle materie prime. Alla Design week di Milano 2023 si è parlato di materie prime sostenibili e certificate PEFC nel settore dell’arredo. PEFC Italia è un’associazione senza fini di lucro che promuove la gestione forestale sostenibile e la tracciabilità dei prodotti attraverso tutta la filiera attraverso due certificazioni di parte terza, che assicurano la trasparenza e la credibilità al sistema.

È importante ricordare che per supportare al meglio le aree forestali italiane PEFC Italia ha sviluppato gli standard di gestione forestale e sui servizi ecosistemici specifici per l’Italia sulla base di rigorosi criteri stabiliti a livello internazionale. Scegliendo prodotti con la certificazione PEFC ci assicuriamo che le foreste da cui derivano siano tutelate ora e in futuro. La tutela delle aree forestali riscuote sempre maggiore attenzione e coinvolgimento che inizia con la scelta delle materie prime.
 

La campagna internazionale “Forests are home”

Il “salotto forestale” creato dall’architetto e designer Giorgio Caporaso, Art Director di PEFC Italia, composto dalla poltrona “Foresta”, i tavolini “Sottobosco”, “Stelo” in legno di rovere di provenienza certificata PEFC è stato esposto nella serra dedicata agli eventi allestista per il Fuorisalone da Privitera Eventi al DDN Hub in Piazza del Cannone a Milano. In questa location, tra mostre, talk ed installazioni legate al mondo del design in relazione all’uomo e alla natura è stato così veicolato il messaggio della campagna internazionale di PEFC: “Forest are Home”. Una collezione progettata valutando vari aspetti tra cui la multifunzionalità, la riparabilità, la disassemblabilità per citarne alcuni.

Come dice Caporaso stesso riferendosi anche ai suoi 15 punti del Manifesto Caporaso del design circolare: “In una progettazione circolare e sostenibile bisogna avere un approccio sistemico comprensivo di vari aspetti, con una visione olistica, non soffermandosi solo su un parametro, per quanto importante, perché sarà l’insieme connesso e collegato di tutti questi fattori a determinare il successo di un progetto circolare”.

Scegli la finestra Agostini
più adatta alle tue esigenze

La firma di Agostini è sinonimo di serramenti affidabili e duraturi che rispondono alle diverse necessità progettuali con uno stile unico. Tutte le tipologie di infissi hanno a disposizione un’ampia scelta di materiali, colori e finiture.
Conosci nel dettaglio i nostri serramenti grazie al nostro semplice configuratore, dove in pochi e semplici passaggi puoi anche scoprire le diverse finiture e configurazioni.

CONFIGURA

In cosa possiamo aiutarti?